L’architettura dei luoghi della memoria

Istituto Alcide Cervi
Via F.lli Cervi 9, Gattatico (Reggio Emilia)

Giovedì, 21 gennaio 2010

Nell’ambito della Giornata della memoria 2010

L’Istituto Alcide Cervi – Museo Cervi – Biblioteca Archivio “Emilio Sereni” in collaborazione con il gruppo di ricerca Architettura Musei Reti della Facoltà di Architettura dell’Università di Parma, coordinato dal prof Aldo De Poli, è lieto di segnalare il Convegno di Studi:

L’architettura dei luoghi della memoria

Il convegno si terrà a Gattatico (Reggio Emilia), presso la Sala Conferenze della Biblioteca Archivio “Emilio Sereni”, venerdì 21 giovedì 2010, ore 14,00 – 18,00.

La storia appena trascorsa ritrova spesso nei musei e nei luoghi che ne conservano la memoria un potente strumento per ricordare eventi e comunicare valori. In Emilia-Romagna il numero e la qualità eccezionali di queste testimonianze ha contribuito a creare una rete di relazioni culturali, in grado di fornire al territorio una radicata identità collettiva. Il convegno presenta nuovi studi relativi all’architettura dei luoghi della memoria attraverso un excursus di opere, siti, manufatti e allestimenti, indagando il linguaggio del Progetto Architettonico e Urbano applicato ai luoghi evocativi di Storia, di fatti storici e di Memoria.

L’idea che le opere architettoniche possano prolungare la memoria sociale collettiva di persone o di eventi è stata da sempre una caratteristica distintiva dell’architettura. Il processo di trasmissione di una memoria che diventa patrimonio comune e condiviso trova così nell’opera architettonica e nel museo uno strumento di comunicazione e concretizzazione.

All’introduzione di Aldo De Poli, che farà il punto sui nuovi studi relativi all’architettura dei luoghi della memoria, seguiranno interventi sull’architettura del museo come interprete della relazione fra passato e presente (Federica Arman), la conservazione del luogo di memoria come sintesi di paesaggio e storia (Roberta Borghi) l’antinomia fra narrazione e accumulazione, fra coscienza e memoria (Maria Amarante), l’allestimento museale come messa in scena di una radicata identità collettiva (Monica Bruzzone). La giornata si conclude con una visita guidata alla Museo Cervi.

locandina

Servizio radiofonico sull’emittente: Radio Emilia Romagna. I luoghi della memoria, un convegno dell’Università di Parma.